stupra un bambino di 3 anni

Stupra un bambino di 3 anni che indossa un pannolino e riprende tutto con la videocamera. Questo è il titolo dell’articolo pubblicato da Solo Italiani l’8 aprile 2017. Riportiamo integralmente il testo:

La notizia trova riscontro su molti siti italiani e stranieri come:

Anche il sito della Polizia scozzese riporta la notizia ufficializzando la veridicità dell’accaduto.

Per chi non avesse seguito la vicenda, cercheremo di farne una breve sintesi.

Robert McGregor, 36enne residente di Inverness (Scozia), era considerato da tutti un grande lavoratore molto impegnato anche nei servizi sociali, come animatore e baby sitter. Questa sua passione lo portava spesso a stretto contatto con bambini, godendo della cieca fiducia dei genitori che gli affidavano le loro piccole creature per portarli al cinema, al campeggio o a pescare.

Durante l’assenza degli adulti, ne approfittava per stuprare le vittime che non superavano i sei anni di età e lo faceva imbracciando una videocamera. Non contento dell’immondo gesto, pubblicava i video e le foto in un circuito online riservato a una schiera di pedofili.

La famiglia di una delle vittime diffuse anzitempo la sua foto sia per smascherarlo sia per allertare chiunque fosse entrato in contatto con l’orco, per verificare se avesse commesso altri abusi oltre ai tre accertati fino ad allora dalla polizia.

McGregor ha perpetrato il suo crimine dal 2001 al 2014 ed è stato catturato quando il National Online Child Abuse Prevention lo intercetta mentre scarica materiale pedo-pornografico.

La polizia irrompe a casa sua, in Friars Street a Inverness e trova oltre 2.000 foto e 899 video pedo-pornografici tra i quali alcuni che interessavano i tre bambini violentati.

robert-mcgregor
Fonte: The Scottish Sun

Nonostante il suo volto e quello dei bambini fossero occultati, gli inquirenti sono riusciti a identificare gli abusati per usare queste prove nel processo. Tra queste vi era anche un bambino di 3 anni con il pannolino che veniva violentato da Robert e foto scaricate da internet che ritraevano bambini di età inferiore a 12 mesi!

Su The Scottish Sun e sul Mirror del 6 aprile 2017 si apprende che Robert McGregor è stato condannato alla pena detentiva di 10 anni oltre ad altre misure restrittive per 5 mesi. Inoltre, verrà iscritto nel registro dei molestatori sessuali a vita.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.